Francesco Pepicelli

Ha studiato con Filippini, Aldulescu, Palm, Geringas e Baldovino.

Dopo aver conseguito numerosi premi come solista e con il Duo Pepicelli, è stato ospite delle maggiori istituzioni concertistiche italiane e dei festival più prestigiosi (Napoli, Spoleto, Vicenza, Biennale di Venezia, Brescia e Bergamo); all'estero, ha  suonato come primo violoncello solista nell'Orchestra Mahler sotto la direzione di Claudio Abbado (Festival di Salisburgo, Musikverein di Vienna e Gewandhaus di Lipsia), e con il Duo Pepicelli in U.S.A. (Carnegie Hall a New York), in Giappone e in Europa (oltre 600 concerti in 25 anni di attività). Nel 2005 ha formato il Trio Modigliani.

Fra le numerose registrazioni discografiche (Bongiovanni, Nuova Era, Dynamic, Naxos e Velut Luna) è da ricordare quella del Triplo Concerto e del Concerto per violoncello e orchestra di Casella con I Pomeriggi Musicali di Milano; con il Duo Pepicelli, l’opera completa di Casella, Martucci, Busoni e Respighi e un cd con i bis più importanti del repertorio.

Nel 2009 la rivista Amadeus ha pubblicato il cd con l’esecuzione del Quatuor pour la fin des temps di Messiaen (con Carbonare al clarinetto, Rizzi al violino e il fratello Angelo al pianoforte).

Primo assoluto al Concorso ministeriale di violoncello per titoli ed esami e terzo in quello di musica da camera, attualmente è titolare della cattedra di musica da camera, nonché docente di violoncello e musica da camera con pianoforte (2° livello) al Conservatorio "F. Morlacchi" di Perugia.